Nato nelle ridenti lande della Bassa Padana alla metà degli anni settanta, Luca, io me, Trentini, cresce all’ombra dei boschi di pioppo e di una sempre più crescente attrazione per la tecnologia robotica televisiva, da Goldrake fino ai Transformer.

Ma come è ben noto, le foto del nostro passato rivelano più di quanto si creda… e la macchina cinema, piano piano, si rivela il meccanismo più attraente di tutti, affiancando all’amore per la tecnologia, un discreto posticino per un certo umanesimo.

Ma tutto torna, diceva qualcuno coi baffoni (e non solo lui) e la tivù, catalizzatrice di immagini dell’infanzia, si riappropria di Luca trasformando la produzione audiovideo nel suo lavoro.

Ma in ogni epoca è sempre stata viva quell’idea, un po’ sfumata, un po’ Fuzzy… l’idea che si può fare qualcosa di più, insieme, con passione. E l’idea è sempre lì… vogliamo una volta per tutte provare a realizzarla insieme? 😉